venerdì 28 luglio 2017

Plugged (The Rewind Agency, Vol. 2) - Jill Cooper

Titolo: Plugged (The Rewind Agency, Vol. 2)
Autore: Jill Cooper
Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 198
Prezzo: 3,99 € (ebook), 12,90 € (cartaceo)

Voto: 4/5 

Trama (dalla quarta di copertina):
Lara Crane è bloccata nella sua mente, in un flusso di linee temporali dove la sua vita è perfetta, proprio come l’ha sempre desiderata. Ma non è reale. È stato tutto creato da coloro che vogliono usare i viaggi nel tempo per le loro ambizioni personali. Per portare a compimento i loro esperimenti e trasformarla in una mortale assassina temporale. Se Lara vuole sopravvivere e fermarli, dovrà rischiare di perdere la sua mente e la sua anima, e uscire da una prigione talmente perfetta da realizzare l’unico sogno che abbia mai avuto.

Recensione:
Lara è sempre Lara: spavalda, intraprendente, fin troppo impulsiva, tanto legata alle persone che fanno parte della sua vita da non volersene privare neanche quando il destino decide altrimenti. Ma il destino è un concetto variabile per chi può tornare indietro nel tempo e cambiare ogni volta le carte in tavola. Solo che quando si cambia il passato si incasinano sempre le cose. Solo che prevedere gli effetti delle proprie azioni non è così banale. Solo che non si deve lottare soltanto contro il tempo e il destino, ma anche contro la Rewind Agency, contro la senatrice Patricia, il suo tirapiedi Rex e tutti gli scagnozzi a loro disposizione. Forse perdere era inevitabile ed è per questo che, nonostante tutti gli sforzi di alterare il passato, Lara si trova in mano ai suoi nemici, chiusa in un laboratorio a fare da cavia per i loro esperimenti sui viaggi nel tempo.
Esperimenti e torture hanno però il viso adorato delle persone care, l'attrattiva della vita perfetta, il gusto dolce dei sogni realizzati: relegata in una realtà virtuale in cui ha tutto ciò che ha sempre desiderato, diventa difficile per Lara scegliere la verità di una vita da prigioniera, in cui il suo corpo e la sua mente vengono violati, il suo fidanzato giace morto in un vicolo e la sua famiglia è in pericolo. Meglio non tornare in quel presente. Meglio abbandonarsi alle illusioni di Rex. Ma anche se volesse scegliere diversamente come potrebbe riconoscere ciò che è reale e ciò che non lo è? Una volta a guidarla tra realtà e finzione c'erano le lancette degli orologi che nella simulazione giravano al contrario, ma ormai la Rewind ha sistemato anche quel particolare. Come se non bastasse, i suoi nemici hanno trovato il modo di manipolare i ricordi delle persone e questo rende tutto ancora più complicato.
Ma Lara è sempre Lara. Può cambiare la realtà intorno a lei. Possono cambiare le sue scelte. Può cambiare il suo aspetto. Può cambiare persino il suo nome: Lara Craine, Lara Montgomery, Lara James. Ma non cambia la capacità con cui questa ragazzina muove la storia e gli eventi, tenendo gli altri personaggi e il lettore stesso in orbita attorno a lei.
Il ritmo è serrato, i salti temporali ancora più frequenti che nel libro precedente: tra passato, presente, futuro, reale e virtuale, si sale su una giostra da cui il mondo appare in continuo stravolgimento. E nel romanzo tutto è volto a rendere questa giostra sempre più divertente, a farla girare a tutta velocità per vedere fin dove ci si può spingere: la scrittura rimane semplice e senza troppi artifizi, come a non voler prendere la scena al ritmo e alla trama, e i personaggi secondari mettono da parte la profondità che pure a tratti dimostrano di avere per lasciare spazio a quella di Lara, protagonista indiscussa della storia. Ne viene fuori un romanzo d'avventura. Un'avventura adrenalinica, entusiasmante, di quelle che ti lasciano senza fiato per il troppo correre.





Nessun commento:

Posta un commento